Newsletter

In difficoltà gli inquilini di tutta Europa

---

 

Sabato 15 giugno si è tenuta a Bienne l'annuale assemblea dei delegati dell'associazione svizzera inquilini. Posto d'onore per l'iniziativa popolare ASI "Più abitazioni a prezzi acccessibili", che sarà sottoposta al voto nel febbraio del prossimo anno. Anche a livello europeo è necessario intervenire su questo fronte, l'alloggio è un diritto umano e non una merce!

L'assemblea è stata stimolante perché, come già l'anno scorso, anche quest'anno ha partecipato una relatrice UE, la viennese Karin Zauner-Lohmeyer, che ha illustrato al pubblico l'iniziativa dei cittadini europei "Housing for All", che deve raccogliere entro metà marzo 2020 un milione di firme. L'iniziativa intende creare condizioni quadro giuridiche e finanziarie che facilitino a tutti l'accesso all'alloggio. Come nel nostro paese, anche in Europa famiglie e persone sole faticano sempre più a trovare un’abitazione accessibile e sono costrette a trasferirsi fuori città, mentre il numero dei senza tetto continua a crescere in quasi tutti gli stati membri dell’unione. Tra gli obiettivi principali: l'Unione europea deve intraprendere azioni che facilitino, per tutti e non solo per i più bisognosi, l'accesso a un alloggio in Europa (accesso facilitato agli alloggi popolari e a prezzi accessibili); la non applicazione dei criteri di Maastricht agli investimenti pubblici riguardanti l'edilizia popolare e a prezzi accessibili; un miglior accesso ai finanziamenti dell'UE per chi promuove l'edilizia sostenibile e senza scopo di lucro; norme sociali basate sulla concorrenza e nessun vantaggio fiscale per la locazione su breve periodo e l'elaborazione di statistiche sulle necessità di alloggi nelle città e negli agglomerati europei.

Maggiori informazioni sul sito: www.housingforall.eu, dove è anche possibile per i cittadini europei sottoscrivere l'iniziativa.

 

(Newsletter giugno 2019)

---
---